mercoledì 5 settembre 2012

Torre San Giovanni


Eccoci finalmente con la prima recensione su un luogo di mare: ad aprire le danze c’è Torre San Giovanni, in Puglia, precisamente Salento che, come avrete modo di scoprire, è un posto che amo particolarmente.

Torre San Giovanni, a poca distanza da Leuca, Otranto e Gallipoli, è uno degli innumerevoli paesini che popolano la costa ionica e che sono accomunati da un mare semplicemente da mozzare il fiato.

In particolare questo paese è diventato, da villaggio di pescatori, posto di turismo ed è una località molto bella.

Partiamo da ciò che mi interessa di più: il mare.

La costa di Torre San Giovanni è prevalentemente dominata dagli scogli; sono frequenti le calette di sabbia derivata da conchiglie frantumate (troverete un numero di conchiglie spropositato), che pertanto non si attacca alla pelle ed è facile da mandare via anche senza acqua.

Se non siete atletici (come la sottoscritta) troverete sicuramente alcune difficoltà nell’entrare in acqua: come vi dicevo scordatevi il bagnasciuga e preparatevi psicologicamente a cercare gli anfratti più comodi nelle rocce; superati gli ostacoli della spiaggia vi troverete praticamente a camminare sugli scogli ricoperti di alghe. È più semplice e, se posso darvi un consiglio, non cercate di scamparvela infilando il piede nel primo buco di sabbia, perché si sprofonda e batterete sicuramente sullo scoglio più vicino. Conviene sempre camminare, anche con attenzione, sugli scogli. Per evitare di farsi male o per i più schizzinosi consiglio le scarpette di plastica (le trovate anche al mercato), che sono ottime per evitare di farsi male sia con gli scogli in superficie che con quelli sommersi.

Non lasciatevi scoraggiare perché vi assicuro che, non appena l’acqua si fa più profonda, sarete ampiamente ripagati: il fondale è uno dei migliori che abbia mai visto e se siete armati di maschera o occhialini potrete immergervi in un fondale da isole tropicali. Non a caso questa zona è denominata anche “Maldive del Salento”. In nessun luogo, nemmeno in Sardegna, ho trovato un così grande numero di pesci e una varietà tale di specie che, sullo sfondo dell’acqua cristallina e delle rocce, vi proiettano in un altro mondo. Se vi piace camminare sulla battigia lasciate stare, Torre San Giovanni non fa per voi.

A uno o due chilometri dalle calette che vi ho descritto si estende anche un lungo lido sabbioso, che fa più al caso vostro se avete con voi bambini di età compresa tra 1 e  4 anni, donne incinte o anziani. Ne parleremo a fine articolo.

Passiamo ora al paese vero e proprio. Torre San Giovanni è una tipica località turistica: abbonda quindi di locali e ristoranti, soprattutto sul lungomare. In linea di massima non manca nulla; tuttavia i supermercati sono piccolini e non crediate di poter sempre trovare le marche di cui normalmente vi servite. C’è un porto e vi assicuro che il pesce è fresco e buono, ma non andate di lunedì, perché la domenica le navi non partono.

Non cercate neanche discoteche o locali: personalmente odio il caos e difficilmente quindi li troverete nelle mie recensioni.

Tiriamo le somme dunque di quello che ho detto.

A chi consiglio questa località:

Ai gruppi di giovani; alle coppie; alle famiglie con bambini fino a un anno (tra le rocce della riva si formano piccole piscinette a misura di bimbo: il vostro piccolo può sguazzare lì senza alcun problema) e con bambini di età superiore ai 4 anni.

A chi sconsiglio questa località:

Agli anziani che vogliono fare il bagno; alle donne incinte; a chi ha bambini di età compresa tra 1 e 4 anni: non sono un tipo ansioso ma non mi pare esattamente il luogo adatto, soprattutto se volete stare tranquilli.

LATI POSITIVI                                                                                                            
♦Acqua e fondale fantastici
♦Luogo tranquillo
♦Ideale per snorkeling…
♦Prezzi accettabili delle case in affitto
LATI NEGATIVI               
♣Scogli non facili da superare
♣Scarsità di supermercati
♣…non per chi vuole camminare sulla spiaggia
                                                                                            
 

Nessun commento:

Posta un commento